Dio si rivela nella storia d’Israele. I libri dell’Antico Testamento

Ultimi articoli
Newsletter

Savona | LE RIFLESSIONI DI VINCENZO PUNZO

Dio si rivela nella storia d’Israele
I libri dell’Antico Testamento

La prima grande parte della Bibbia che abbiamo nelle nostre mani, è l’Antico Testamento (termine da preferire a quello desueto di -Vecchio Testamento-)

di Vincenzo Punzo

L’Antico Testamento
L’Antico Testamento

I LIBRI DELL’ANTICO TESTAMENTO

Dio si rivela nella storia d’Israele

La prima grande parte della Bibbia che abbiamo nelle nostre mani, è l’Antico Testamento (termine da preferire a quello desueto di -Vecchio Testamento-).

Esso si compone di 46 libri, raggruppati in tre ampie sezioni: libri storici, libri sapienzali, libri profetici.

I libri storici descrivono le vicende del popolo di Israele collocate nel contesto dell’antico Vicino Oriente e interpretate alla luce della fede in Dio e dei suoi interventi di salvezza (pensiamo solo alla liberazione dalla schiavitù egiziana operata da Dio a favore del suo popolo).

Questi libri sono: Giosuè, Giudici, Rut, Primo e Secondo libro di Samuele, Primo e Secondo libro dei re, Primo e Secondo Libro delle Cronache Esdra, Neemia, Tobia, Giuditta, Ester, Primo e Secondo libro dei Maccabei.

I libri sapienzali (e poetici) presentano la visione del mondo e dell’uomo della Bibbia, fondata sulla parola di Dio e sorretta dalla sua Provvidenza. Essi sono: Giobbe, Salmi, Proverbi, Qoèlet, Cantico dei cantici, Sapienza, Siràcide.

I libri profetici contengono la predicazione dei profeti, finalizzati a mantenere viva la fede del popolo di Israele e a orientare a Dio la sua esistenza.

Questi libri vengono chiamati con il nome dei singoli profeti: Isaia, Geremia (comprendente anche Lamentazioni e Baruc), Ezechiele, Daniele e i Dodici profeti minori.

Un particolare rilievo hanno i primi cinque libri della Bibbia conosciuti con il nome di Pentatèuco (dal greco pente, -cinque- e tèuchos, -astuccio- che custodiva i libri o rotoli): Eccoli nel loro ordine: Genesi, Esodo, Levitino, Numeri, Deuteronomio.

Gli ebrei li chiamano con il nome significativo di -Legge- (in ebraico, Toràh), perché è in essi che sono contenuti gli elementi principali e fondanti della loro vita e della loro fede, delle loro istituzioni (religiose e amministrative) e del loro culto verso il vero Dio, che si è rivelato nella storia di Israele.

Informazioni acquisite dai testi biblici.

Vincenzo Punzo

Savona, 17 febbraio 2020

Martedì 25 febbraio 2020

© Riproduzione riservata

115 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: