La mostra nella chiesa di S. Ambrogio. La Molteplicità del Sacro - 18/26 aprile

Ultimi articoli
Newsletter

Varazze | Grande occasione religiosa

La mostra nella chiesa di S. Ambrogio
La Molteplicità del Sacro - 18/26 aprile

Inaugurazione il 18 aprile alle ore 17. Conversazione di don Claudio Doglio

di Antonio Rossello

Locandina
Locandina

Voci e figure dal Libro dell’Apocalisse
Un ciclo di dipinti realizzato da Giovanni Gronchi e Luca Sturolo
Varazze, Chiesa di Sant’Ambrogio
Piazza Sant’Ambrogio 4
 dal 18 al 26 aprile 2022
Il 18 aprile, negli spazi della chiesa di Sant’Ambrogio a Varazze si inaugura la mostra -La Molteplicità del Sacro – Voci e figure dal Libro dell’Apocalisse-.
Questa esposizione nasce dall’intento dei due autori - Giovanni Gronchi e Luca Sturolo – di condurre a una lettura più approfondita, attraverso l’antico mezzo espressivo della pittura, di uno dei libri più importanti, il sigillo del Nuovo Testamento. Lettura troppo spesso malintesa e male interpretata, inquinata da contaminazioni provenienti da una bassa letteratura che ha sempre volutamente trascurato e ignorato la ricchezza poetica di quest’opera.
La mostra è costituita da 21 quadri distribuiti lungo lo spazio della chiesa, dipinti a olio su tela, in cui l’iconografia antica e quella moderna si intrecciano allo scopo di comunicare la volontà dei due autori di essere fedeli tanto al testo quanto allo spirito del Libro.
Lunedì 18 aprile, alle ore 17, sempre presso la chiesa di Sant’Ambrogio, si terrà una conversazione di introduzione alla mostra con don Claudio Doglio, parroco di sant’Ambrogio e autore di numerose e importanti pubblicazioni sul tema dell’Apocalisse.
Interverranno:
Ing. Luigi Pierfederici – sindaco della città di Varazze
Avv. Alessandro Bozzano – Consigliere Regione Liguria
Saranno presenti gli autori 
Con preghiera di cortese pubblicazione
Arch. Luca Sturolo
+39 3408348773
Giovanni Gronchi
+39 3481369970

Martedì 12 aprile 2022

© Riproduzione riservata

105 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: